I 12 Segni Zodiacali

Quando si parla di segni zodiacali, si parla di momenti stagionali come primo aspetto, che si declinano nell'uomo, dove in esse vi è un insieme di forze o un tipo di energia, che si predispone per fare e vivere determinati aspetti fuori e dentro di noi. 

 

Spesso con ostinazione ci si fissa nel criticare l'Astrologia, affermando che astronomicamente le costellazioni sono più di 12, e questo è assolutamente vero ma ancora ci sfugge il senso dell'Astrologia, continuando a vedere le cose ancora esclusivamente con la polarizzazione nel pensiero razionale.

 

I 12 Segni Zodiacali sono in primo luogo lo sfondo simbolico oggettivo, ma anche IL POTENZIALE CELESTE CHE SI RIVERSA NELL'ESISTENZA MATERIALE. 

 

L'antico osservava la natura e il suo variare sottile delle energie metafisiche che in esse vedeva e percepiva, e nell'osservare queste forze mappava il variare di tale energia avendo come primo riferimento lo spostamento del Sole durante l'anno; IL SOLE ERA CONSIDERATO IL PRINCIPIO DIVINO, il principale rappresentante cosmico e materiale del divino, perchè le antiche civiltà in particolar modo l'EGIZIO, era fortemente connesso con la natura delle cose, ed era proprio il Sole che dava riferimento all'inizio della stagione, il cuore della stagione e la fine della stagione, passando alla prossima stagione, al prossimo momento, oggettivo come primo aspetto e sottile metafisico dall'altro.